mercoledì, febbraio 21, 2018
Home > Italia > Cesena. XVI Festa Solidale pro Nepal

Cesena. XVI Festa Solidale pro Nepal

16a Festa solidale opuscADRA, la chiesa cristiana avventista locale, il quartiere Fiorenzuola e il Comune della città organizzano due weekend ricchi di eventi ed iniziative, con l’obiettivo di ricostruire una scuola nel paese asiatico recentemente colpito dal terremoto

Notizie Avventiste – “Quest’anno la Festa Solidale risponde a un grido di aiuto che proviene da terre lontane”. A parlare è Giovanni Benini, responsabile di ADRA Cesena (Agenzia Avventista per lo Sviluppo e il Soccorso) e coordinatore della festa. Il grido arriva dal Nepal, devastato dal terremoto lo scorso 25 aprile. “Il paese sarà oggetto del nostro impegno e della solidarietà di tutti coloro che in queste quattro giornate avranno il piacere di frequentarci”, ha continuato G. Benini, “Superata la fase di emergenza, ci adopereremo per sostenere un progetto di ricostruzione”.

Giunta alla sedicesima edizione, la Festa Solidale si svolgerà nei weekend 29-30 agosto e 5-6 settembre, in via Moretti c/o supermercato Conad, a Case Finali di Cesena. È ormai un evento atteso dagli abitanti della cittadina romagnola.
“La festa si caratterizza da anni proprio per aver saputo offrire alla comunità cesenate un bel momento di socializzazione e divertimento, unito fortemente all’attivazione di un progetto di sostegno a beneficio chi si trova in una situazione di sofferenza e fragilità”, hanno affermato il sindaco di Cesena, Paolo Lucchi, e l’assessore ai Servizi per le persone, Simona Benedetti. “Condividiamo la scelta fatta dall’associazione per l’edizione 2015. Cesena racchiude nel proprio DNA un’impronta vera e diffusa di solidarietà. I cesenati ne daranno prova anche quest’anno, visitando numerosi la sedicesima edizione della Festa Solidale e sostenendo a distanza il popolo nepalese”, hanno aggiunto.

ADRA Nepal, supportata da altre agenzie internazionali, fra cui l’Unicef, si occuperà di un importante progetto di ricostruzione nel distretto di Kavrepalanchowk, uno dei più colpiti dal sisma, dove si contano 25 strutture scolastiche crollate o fortemente danneggiate. Circa 4.750 studenti non potranno frequentare le lezioni e dovranno interropere il loro percorso formativo.

Il distretto di Kavrepalanchowk è un’area rurale molto povera, dove l’analfabetismo raggiunge il 60 per cento tra le donne e il 30 per cento tra gli uomini. Il blocco delle lezioni per mancanza di scuole potrebbe avere conseguenze anche gravi per i bambini e i ragazzi nepalesi, se si considera che sfruttamento del lavoro minorile, abusi e traffico di organi sono alcuni dei problemi cronici diffusi nella zona. Per questo, sostenere i bambini diventa una priorità assoluta.

“Saremmo felici se si potessero raccogliere i fondi necessari per ricostruire uno dei 25 edifici scolastici”, ha affermato G. Benini.

La Festa Solidale inizierà sabato 29 agosto, alle ore 10.30, nella chiesa cristiana avventista di Cesena (via C. Emilio Gadda, 300), con la presentazione del progetto e una riflessione spirituale. Seguiranno, nel resto della giornata e durante i due weekend, laboratori per ragazzi, eventi musicali e teatrali, camminata solidale, momenti conviviali. Anche questa sedicesima edizione sarà arricchita dalla presenza attiva e qualificata di tante associazioni di volontariato che in questa piazza hanno beneficiato della solidarietà e dell’affetto dei residenti del quartiere.

L’evento è reso possibile grazie agli sponsor, al contributo dell’8xmille destinato alla Chiesa Cristiana Avventista del Settimo Giorno, all’amministrazione del quartiere e del Comune, e ai volontari che con il loro impegno permettono la realizzazione dell’evento.

Intanto, la radio RVS di Firenze ha intervistato Giovanni Benini sul significato, gli obiettivi e la preparazione della Festa Solidale 2015. Per ascoltare il programma clicca qui.

Per leggere e scaricare la brochure della festa, contenente l’intero programma, clicca qui.