giovedì, dicembre 14, 2017
Home > Italia > Arriva nei cinema italiani la storia di un eroe avventista

Arriva nei cinema italiani la storia di un eroe avventista

Il film racconta l’esperienza di Desmond Doss, giovane obiettore di coscienza che riuscì a salvare 75 commilitoni durante uno degli scontri più sanguinosi della seconda guerra mondiale.

Notizie Avventiste – La battaglia di Hacksaw Ridge racconta la storia vera di Desmond Doss durante la seconda guerra mondiale. Il film, presentato in anteprima mondiale alla Mostra del cinema di Venezia l’estate scorsa, uscirà il 2 febbraio nelle sale cinematografiche italiane.

Protagonista è un giovane avventista del settimo giorno, obiettore di coscienza convinto ma anche intenzionato a servire il suo paese, gli Stati Uniti. Arruolatosi nel 1942, a 23 anni, Doss si rifiuta di portare le armi, entra nel corpo ausiliario sanitario ed è inviato fra le truppe nel Pacifico. Gli altri soldati lo deridono e discriminano per le sue convinzioni religiose, ma nonostante questo, il giovane rimane fedele ai suoi principi e decide di dare il meglio nella situazione in cui si trova. E così, durante la sanguinosa battaglia di Okinawa, rischiando la vita, salva da solo 75 commilitoni.

“A rendere questa vicenda eccezionale è proprio il fatto che un uomo normale abbia compiuto cose straordinarie in circostanze estremamente difficili. Doss è andato in guerra portando con sé solo la sua fede. Sono queste le storie e gli eroi che dovremmo raccontare”, aveva affermato il regista Mel Gibson alla Mostra di Venezia.


Desmond Doss è stato il primo obiettore di coscienza a ricevere la Medaglia d’Onore del Congresso degli Stati Uniti; gli venne consegnata dal presidente Harry S. Truman, il 12 ottobre 1945. Si è spento nel 2006, a 87 anni, ma il ricordo delle sue azioni continua a testimoniare la sua fede.

Guarda il trailer ufficiale del film

Il film, diretto da Mel Gibson e interpretato da Andrew Garfield, non risparmia allo spettatore la crudeltà della guerra, le scene della battaglia sono crude e realistiche. È proprio in questo scenario così cruento che spicca l’immagine del giovane Doss, intento a salvare i suoi compagni.

“Signore ancora uno… Aiutami a salvarne ancora uno Signore…”, è la preghiera ripetuta ogni volta che ritorna sul campo, sotto una pioggia di proiettili e cannonate, alla ricerca di un altro soldato ferito da recuperare.

La battaglia di Hacksaw Ridge ha già vinto 9 premi dell’Australian Academy of Cinema and Television Arts, il riconoscimento cinematografico e televisivo più importante dell’Australia. Dopo le candidature al Golden Globe, ha ricevuto 6 nomination agli Oscar nelle categorie miglior film, miglior regia, miglior attore protagonista, miglior montaggio, miglior sonoro e miglior montaggio sonoro.


Generazioni di avventisti sono cresciute con la storia di Desmond Doss. Per decenni, le sue gesta eroiche sono state raccontate ai giovani nei campi estivi e negli incontri degli scout. Lo stesso Doss, che dopo il congedo dall’esercito, nel 1945, era ritornato al suo lavoro di carpentiere, aveva partecipato a vari incontri giovanili e scoutistici della Chiesa avventista in America del Nord e a livello internazionale, dove, tra l’altro, aveva insegnato ai ragazzi il nodo usato per calare i 75 soldati feriti lungo le pareti della scarpata Maeda e metterli in salvo.

“È un onore che la storia di Desmond abbia ricevuto le nomination agli Oscar. Tutti coloro che vi hanno lavorato sapevano di partecipare a un film molto speciale”, ha affermato Terry Benedict, regista avventista e uno dei produttori del film.

“Mai, leggendo la sua storia da bambino, avrei immaginato un viaggio culminato in questo modo”, ha aggiunto Benedict, che nel 2004 ha prodotto e diretto un pluripremiato documentario su Doss dal titolo “The Conscientious Objector”.

Questi “riconoscimenti consolidano l’esperienza di Doss, fatta di eroismo, coraggio, integrità, fedeltà, fede e amore, nella storia del mondo, facendone un esempio di carattere cristiano”, ha affermato Charles Knapp, presidente del Desmond Doss Council, nell’apprendere la notizia delle nomination agli Oscar.

Per conoscere meglio Desmond Doss e i valori che lo animavano, la Chiesa cristiana avventista in Italia gli ha dedicato una pagina del suo sito www.chiesaavventista.it/doss

Sono disponibili varie risorse, tra cui alcuni video e un libretto da scaricare.