N41-ConvegnoRadio_01Si è concluso a Firenze il convegno delle radio avventiste.

Alessia Calvagno – Dal 28 al 30 novembre, presso la Facoltà avventista di Teologia a Firenze, si è tenuto il convegno delle radio Voce della Speranza (Rvs) italiane. Hanno partecipato esponenti delle Rvs di Bologna, Catania, Conegliano, Firenze, Forlì, Gaeta, Palermo, Roma e Sciacca. Inoltre anche Radio Ghana Italy, web radio avventista in lingua ghaneana.

Il past. Daniele Benini, direttore del network nazionale Rvs, ha aperto i lavori commentando questo testo: “Il Signore, Dio, mi ha dato una lingua pronta, perché io sappia aiutare con la parola chi è stanco. Egli risveglia, ogni mattina, risveglia il mio orecchio, perché io ascolti, come ascoltano i discepoli” (Isaia 50:4). Ed è quello che chiediamo al Signore: che il nostro cuore sia disponibile ad accoglierlo ogni giorno, in modo che possiamo essere pronti a rispondere con empatia alle necessità di chi segue i programmi di Radio Voce della Speranza.

Abbiamo avuto subito modo di conoscere il nostro ospite Yves Senty, direttore dei programmi di Adventist World Radio Europe. Ci ha istruiti su “Come creare squadra”. Fondamentale infatti che ci sia armonia tra le persone che lavorano in radio. Spazio quindi all’amicizia tra colleghi e alla valorizzazione del contributo di ciascun collaboratore. Importante anche l’ascolto delle idee altrui e lo sviluppo della creatività. Essenziale poi la presenza di momenti di lode e di preghiera. Può capitare infatti che, presi dal portare agli altri l’amore di Gesù, dimentichiamo di nutrire spiritualmente noi stessi.

E il cibo spirituale non è mancato al convegno. Il past. Corrado Cozzi, direttore del dipartimento Comunicazioni della regione Intereuropea della Chiesa avventista, ci ha allietati con dei momenti di riflessione molto edificanti. Ha posto a ciascuno di noi una domanda: “Perché sei qui?”. Sicuramente nei nostri pensieri le motivazioni sono state varie, ma tutte avevano in comune l’aver risposto ad una chiamata, l’aver seguito una vocazione: quella di diffondere la speranza!

N41-ConvegnoRadio_02Sabato mattina ci siamo trasferiti presso la chiesa fiorentina per un avvenimento importante: i 35 anni di Rvs Firenze. Tutti i presenti hanno potuto ascoltare la storia della nascita di questa emittente. Non sono mancate le testimonianze dei fondatori, anche di quelli ormai lontani: tramite una videochiamata è stato possibile contattare Ron Myers, che negli anni ’70 fece un giro delle colline toscane, insieme a Marco Caracciolo, alla ricerca della frequenza migliore.

In seguito siamo ritornati presso la Facoltà per un nuovo incontro con Yves Senty. Abbiamo riflettuto sulle qualità essenziali per lavorare in radio. È certamente importante avere una buona pronuncia. Yves ci ha proposto un piccolo test: leggere degli scioglilingua. I più coraggiosi hanno accettato la sfida. Ne è scaturito un momento molto simpatico, che ha generato tanti sorrisi.

Nel pomeriggio invece Yves ci ha spiegato le regole fondamentali necessarie per scrivere per la radio. In seguito è intervenuto Gioele Murittu, tesoriere dell’Unione avventista italiana, per illustrare alcune novità dal punto di vista amministrativo. Corrado Cozzi poi ci ha parlato delle nostre “sorelline” europee, le emittenti Rvs negli altri paesi. Sicuramente incoraggiante sentirsi parte di una grande famiglia. Anche nel resto d’Europa ci sono tante persone che condividono la stessa vocazione e lo stesso entusiasmo di chi opera nelle radio avventiste italiane.

Domenica ancora spazio al past. Corrado Cozzi per un’altra ricaricante meditazione spirituale. Poi è stato con noi Giorgio d’Ecclesia, consulente radiofonico. Ha parlato di “Conduzione radiofonica 2.0”. Da questo intervento è scaturito il desiderio di creare uno stile unico che accomuni le varie emittenti del network. Un gruppo di persone eletto dai presenti lavorerà a questo scopo.

Il past. Daniele Benini infine ha chiuso i lavori attirando la nostra attenzione su questo testo biblico: “Or il Dio della speranza vi riempia di ogni gioia e di ogni pace nella fede, affinché abbondiate nella speranza, per la potenza dello Spirito Santo” (Romani 15:13). E con la certezza che il suo Spirito sarà la nostra guida in ogni occasione, ci siamo uniti in cerchio e, mano nella mano, abbiamo rivolto le nostre richieste a Dio. Il desiderio delle Rvs italiane è che il Signore continui a operare e a benedire la sua radio. Spesso ci troviamo ad affrontare problemi di diverso tipo, ma non vogliamo scoraggiarci, perché sappiamo che Dio è sempre presente. Sono tantissime le potenzialità della radio: siamo sicuri che insieme al Signore potremo fare grandi cose.

Condividi questa notizia con i tuoi amici…Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePin on Pinterest