giovedì, maggio 24, 2018
Home > Italia > A scuola ci si addestra alla pace

A scuola ci si addestra alla pace

Un progetto di Adra Italia per educare all’intercultura.

Notizie Avventiste – “Addestramento alla pace nel percorso verso l’intercultura” è il progetto messo a punto da Adra Italia, insieme all’associazione Uni-verso Integrato, e rivolto agli studenti delle scuole italiane.

Felix Adado, mediatore culturale, ha tenuto i primi due incontri del 2018 lo scorso mese, nell’Istituto Professionale di Stato “Alessandro Filosi” di Terracina (LT).

“Si parte dalla conoscenza e dalla consapevolezza di se stessi, dei propri pensieri e delle proprie necessità” spiega Valentina Notte, sul sito di Adra Italia “Ci si concentra sul valore di ogni essere umano, si invitano i ragazzi a osservare e osservarsi con gli occhi dell’altro e ad essere consapevoli della corresponsabilità che ognuno ha nel processo al quale si sta assistendo, sia nella propria vita che nella collettività che ci circonda”.

Evitare la nascita di comportamenti razziali e xenofobi, educare all’accoglienza, sensibilizzare all’ospitalità, abbattere i pregiudizi, sviluppare uno spirito di solidarietà sono gli obiettivi dell’iniziativa.

“Il passo successivo”, continua V. Notte “è quello della relazione con l’altro. È solo la vera e libera conoscenza dell’altro il fulcro che permette lo sradicamento di idee razziate, che garantisce l’apertura alla multiculturalità e allo sviluppo di un giusto spirito di solidarietà. È un vero esercizio di orientamento nel mondo che ci circonda, nel quale si ha il compito di conoscersi e conoscere, anche se davanti si ha il vuoto dell’incertezza. In questo modo ogni individuo saprà superare gli stereotipi, sarà capace di convivere con gli altri, accettandone le diversità e riconoscendone diritti”.

Al termine degli incontri i ragazzi hanno riconosciuto la necessità di cambiare punto di vista, di abbandonare “il timore dell’altro” per aprirsi alla cultura dell’integrazione.

Dal canto loro, i docenti hanno espresso la volontà di attuare, in futuro, un vero e proprio percorso formativo da far intraprendere a ogni classe, per approfondire le tematiche “anche nell’ottica di porre terreno fertile per creare cittadini consapevoli, attivi e responsabili”.

(Fonte: Adra Italia News)