domenica, giugno 24, 2018
Home > Italia > 1.200 scout Aisa sono attesi a Bassano Romano per il secondo raduno nazionale

1.200 scout Aisa sono attesi a Bassano Romano per il secondo raduno nazionale

Tema dell’evento: Dio ha scelto te. Ospite: il presidente dell’Uicca.

Notizie Avventiste – Tende, fuochi da campo e un fiume verde chiaro riempiranno il B.-P.Park, a Bassano Romano (VT), dal 27 aprile al 1 maggio, per il 2° raduno nazionale degli scout Aisa (Associazione Italiana Scout Avventista).

“È un incontro che riproponiamo a distanza di 10 anni da una prima esperienza per i nostri scout” ha dichiarato il past. Ignazio Barbuscia, responsabile nazionale dei Ministeri Avventisti per la Gioventù.

In 1200 si sono dati appuntamento a questo atteso evento.
“I nostri Tizzoni (6-11 anni) ed Esploratori (12-15 anni) che partecipano alle attività annuali del proprio club locale” ha proseguito Barbuscia “si ritroveranno al B.-P.Park di Bassano Romano, luogo a noi tanto caro dopo l’esperienza con 2.000 scout provenienti da tutta Europa, fatta nel 2011. Il nostro obiettivo è quello di generare un sentimento di appartenenza a un movimento che va oltre i confini del proprio club e della propria regione, espandendo i principi educativi dello scoutismo, che risultano essere validi tutt’oggi. Desideriamo anche promuovere e creare opportunità di interazione tra i club scout di tutta Italia”.

Il tema del raduno, “Dio ha scelto te”, parla della vita di Mosè, narrata nel libro biblico dell’Esodo; sarà sviluppato dall’ospite, past. Stefano Paris, presidente dell’Unione Italiana delle Chiese Cristiane Avventiste del Settimo Giorno (Uicca) e già direttore della Gioventù avventista.

Il B.-P. Park è un terreno per attività scout basato sull’essenzialità. Il campo si estende su 35 ettari di prati e boschi a nord-ovest di Roma. Sono presenti più di 100 rubinetti di acqua potabile e diversi servizi igienici.

Il movimento scout avventista si ispira anche al movimento mondiale di Lord Robert Baden-Powell, fondatore nel 1907, in Inghilterra, di quello che oggi conta circa 38 milioni di aderenti sparsi in 150 nazioni in tutto il mondo.

Nel panorama avventista, tutto cominciò sempre nel 1907 ma in un’altra parte d’Europa, a Gland in Svizzera. Lì nacque ufficialmente il “Dipartimento dei Giovani” che al suo interno racchiudeva il movimento dei “Missionari Volontari”, pionieri dello scoutismo avventista nel mondo. L’Aisa nasce giuridicamente il 13 giugno del 1995 a Roma.

Oggi conta, in tutta Italia, 75 sedi attive, 350 volontari-animatori e 2.000 ragazzi iscritti.

Ascolta l’intervista di radio Rvs Roma al past. Ignazio Barbuscia.

Watch video!